Crea sito

L’armonia dell’Acero di Vincenzo Cariello

L'armonia dell'acero.Ho finito da poco questo ebook acquistato per il Kindle.
La storia mi ha incuriosita perché racconta la vicenda di Claudia, una ragazza che dedica con amore le proprie cure alle piante malate.
In particolare a un Acero che è stato trascurato da chi doveva occuparsene e versa in pessime condizioni.
Da qualche tempo Claudia accusa dei disturbi di salute, una tosse insistente e quando va da Fabrizio suo cognato, riceve la notizia più devastante: ha un tumore al polmone.
La sua reazione è immediata, non vuole fare nulla per salvarsi. Da subito immagina di essere senza speranze e non vuole sottoporsi a inutili sofferenze.

Ma mentre la malattia cresce dentro di lei,  l’Acero riguadagna salute, Claudia conosce Matilde una bambina che si è salvata da una leucemia che tutti credevano senza speranza di guarigione, ritrova il suo ex fidanzato e cerca di chiarire le cose con  Alice sua sorella, per riparare il rapporto con lei che è in bilico a causa di un uomo conteso.

Claudia comincia a dialogare con il cancro dentro di sé e arriva perfino a una sorta di accettazione perché è a partire dalla diagnosi che sta cominciando a rivedere la sua vita.

Mentre Claudia si convince a reagire alla malattia ed è pronta a combattere… il libro finisce e io ci sono rimasta male, tanto che ho pensato che il download dell’ebook si fosse troncato in malo modo.

Invece no, è proprio il libro a finire repentinamente e questo mi sembra un po’ un difetto.
Ma forse l’autore ha voluto fermarsi nel punto cruciale per lasciare a noi lettori il senso della storia… tuttavia io amo di più i libri che si concludono tirando e chiudendo tutti i fili della vicenda (opinione personale). Comunque è stato una lettura piacevole.

Voto 6,5/10

You may also like...

1 Response

  1. rita ha detto:

    ci sono andata vicinissima per prenderlo, poi qualcosa non mi ha troppo convinta, ma nemmeno io so bene cosa…
    Questo finale un po’ “tronco” che mi innervosice sia nei libri che nei film, conferma la mia scelta (o non scelta, se vogliamo).