Crea sito

La bambina dimenticata dal tempo di Siobhan Dowd

La bambinaQuesto è un libro intriso di Irlanda fino al midollo. E’ stato il classico libro che mi ha attirato da uno scaffale mentre giravo in libreria e mi sono trovata costretta a comprarlo…

Si racconta del ritrovamento dei resti ben conservati di una bambina in Irlanda, al confine con l’Irlanda del Nord,  nel 1981, nel pieno del periodo degli scontri dell’Ira.

A fare il ritrovamento è Fergus, un ragazzo che rimane colpito dalla bambina dimenticata dal tempo sotto terra e ritrovata per caso. E rimane colpito da lei, tanto da sognarne la storia. Anche se la bambina appartiene a un epoca lontanissima, letteralmente alla preistoria.

Ma la storia della bambina è solo parte della vicenda. Si parla molto infatti di Joe, il fratello di Fergus che si trova in carcere e che sta facendo lo sciopero della fame fino a rischiare di morire, di Fergus stesso che si trova a fare il corriere di pacchetti non meglio identificati. Quando un attentato uccide due donne innocenti Fergus, tormentato dai sensi di colpa si mette d’impegno per scoprire se ha avuto parte involontaria nell’attentato.

Scoprirà che il colpevole è qualcuno di cui non avrebbe mai sospettato.

La storia è interessante, però mi sarei aspettata un maggiore approfondimento del mistero della bambina, che finisce quasi per restare in secondo piano.

L’autrice di questo libro è morta a soli 47 anni per un tumore al seno, ma questo libro ha ricevuto un importante premio: la Carnegie Medal postumo.

Voto 6/10

Category: libri cartacei
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.