Crea sito

Archive for » ottobre 9th, 2013 «

Rosa Candida di Audur Ava Olafsdóttir

Rosacandida1Mentre leggevo questo libro, ho immaginato di portarlo con me in un giardino silenzioso. Di fermarmi nella stessa panchina solitaria e di leggerne un capitolo al giorno. Pagina dopo pagina questo libro mi ha trasmesso un enorme senso di calma e di “slow life”.

Lobbi (il soprannome del protagonista) è un ragazzo di 22 anni, con una passione sconfinata per le piante. E’ padre quasi per caso. Dopo un rapporto occasionale con una ragazza, Anna, lei rimane incinta e decide di tenere la bambina, che si chiamerà Flóra Sól.
Lobbi assiste anche al parto, sebbene tra lui e la madre della piccola ora non ci sia nessun rapporto sentimentale.

Per dare una svolta alla propria vita, Lobbi decide di fare un viaggio e di andare in un monastero del Nord a curare un roseto. Ma durante il viaggio viene colto da un attacco di appendicite e a fargli compagnia in ospedale saranno le piantine con cui viaggia. Sono la Rosa Candida, una rosa che sua madre, morta in un incidente, amava molto.

Lobbi si ambienta nel monastero e fa amicizia con uno dei monaci che sa interpretare ogni situazione della vita accostandola a un film. E la sua videoteca diviene scuola quotidiana di saggezza.
Fino a che Anna e la piccola Flóra Sól bussano alla sua porta.

La vita di Lobbi viene sconvolta e il giovane si scopre padre affettuoso, pronto ad imparare giorno dopo giorno a cucinare prelibatezze sempre più complicate per Anna e per la figlia.

Questo libro porta con sé un grandissimo potere rilassante. Lo paragonerei a una bella camomilla fumante, di quelle che allontanano la tensione dopo una giornata pesante.
Le vicende narrate, per quanto semplici, portano con loro una grande corrente di pace, che distacca dalla frenesia quotidiana. Un libro che probabilmente in futuro rileggerò per tornare a riviverne le atmosfere così quiete.
Voto 9/10