Crea sito

Archive for » settembre 2nd, 2013 «

Come se fosse ieri di Irene Vanni

come se fosse ieriHo comprato questo libro, incuriosita dall’immagine dei Duran Duran in copertina.
Immaginavo un libro adatto alle “ragazze sopra i trent’anni e più”, per così dire.

E non mi sbagliavo. Il libro ripercorre 25 anni di vita di 4 amiche, dal primo concerto dei Duran Duran nel 1987, all’evento che si ripete con il concerto del Tour 2012.
In mezzo, appunto ci sono i 25 anni di vita di Laura, Simona, Cinzia e Manuela che ai tempi del concerto del 1987 avevano solo 15 anni. Ma il racconto si lega direttamente al vecchio concerto, presentandoci le amiche come sono ora.

I cambiamenti e l’evoluzione delle loro vite non sono stati sempre positivi,Laura è senza lavoro e senza qualcuno da amare davvero. Anche il giovane musicista Mattia che conosce in un locale, non è qualcuno da amare sul serio.
Simona è da tempo l’amante a ore di un professore piatto e monotono, senza alcuna prospettiva per il futuro.
Cinzia, separata e insoddisfatta cerca conforto in un giovane accompagnatore per donne sole, ma in fondo vorrebbe anche attenzioni sincere.
Manuela è malata, gravemente, e appena saputo del probabile concerto dei Duran Duran scrive alle amiche di farla felice portando sua figlia Federica al concerto.
Nei mesi che precedono il concerto, quando ormai Manuela è morta, le vite delle altre amiche vengono progressivamente cambiate, e la spinta propulsiva è il ricordo e l’emozione della fuga da quindicenni per vedere i Durans.

Questo libro insegna che spesso si può ancora cambiare la propria esistenza, basta avere lo stimolo giusto.
Anche io c’ero al concerto del 1987 e a quello del 2012.
Ho dunque capito bene il ripercorrere delle emozioni, il guardarsi indietro ma poi anche avanti che c’è in questo libro. Perché forse è dal passato che possiamo imparare come andare avanti nella vita con il coraggio di non abbandonare le vere noi stesse.

Lettura consigliata!
Nb. I titoli dei capitoli sono tutti titoli delle canzoni dei Duran Duran…
Voto 8/10

Il segreto della bambina sulla scogliera di Lucinda Riley

La bambina sulla scogliera

Questo libro mi ha ricordato un po’ le atmosfere di Cime Tempestose, anche se con il dovuto rispetto delle differenze tra un romanzo di narrativa e un romanzo classico della letteratura.

Momenti del passato e del presente si intrecciano in una storia che ripercorre le vicende della famiglie Ryan e Lisle.
La piccola Aurora Lisle passa il suo tempo sulla scogliera di Dunworley Bay in Irlanda, inseguendo il fantasma della madre, morta tragicamente proprio in quel luogo.
Una scultrice americana, Grania Ryan, che è tornata in Irlanda per sfuggire a un momento doloroso, nota la bambina ed intreccia con la piccola un rapporto di affetto profondo.
Grania deve superare le reticenze di sua madre per farsi raccontare la verità sulle vicende che hanno legato le due famiglie dai primi del ‘900. E scopre così una vicenda ricca di tormenti, segreti e scelte dolorose.
Anche Grania si trova a vivere momenti dolorosi, ma la vicinanza della piccola Aurora la aiuta a superare le difficoltà.
Un libro che si legge senza difficoltà, in alcuni momenti rallenta un po’ il ritmo, ma poi la storia ritorna a farsi interessante.
Lo consiglierei a chi vuole sempre avere un bel libro sul comodino da leggere prima di addormentarsi.

Voto: 7,5

Category: libri cartacei, libri romantici  Comments off