Crea sito

Archive for » settembre, 2013 «

I sogni perduti delle sorelle Brontë

Questo libro mi ha molto affascinata.  Syrie James, l’autrice,  diviene la voce narrante di Charlotte Brontë, in un diario che racconta della sua vita, e di quella della sua famiglia, riuscendo ad appassionare.

james

Scopriamo così i drammi che hanno sconvolto la vita di Anne, Emily e Charlotte: la scomparsa prematura delle due sorelle Elizabeth e Maria, la quasi pazzia del fratello Branwell e la medicina che tutto guarisce: la scrittura che per ognuna delle sorelle è ancora di salvezza in periodi difficili della propria esistenza.

Appassionate di scrittura sin dall’infanzia, le tre sorelle decidono di pubblicare a proprie spese un libro di poesie con lo pseudonimo di tre fratelli.
Successivamente  è il momento per i romanzi. Charlotte scrive prima The Professor, poi si cimenta con Jane Eyre, un capolavoro.

Emily scrive Wuthering Heights e Anne Agnes Grey. Ma è Charlotte quella che ha maggiore successo. Nel libro molto spazio ha la figura del reverendo Nicholls e del suo amore per Charlotte che sarà piuttosto complicato.

Nuovi drammi sono in serbo per Charlotte e alla fine del libro ho scoperto di avere apprezzato moltissimo la storia della sua vita, tanto da volermi documentare ancora di più con ulteriori testi sulla sua biografia che ho scaricato in ebook. Il mondo e la vita di una scrittrice che merita ulteriori approfondimenti.

Voto
8,5/10

Category: libri cartacei, libri da rileggere  Comments off

Verde Oscurità di Anya Seton

Verde oscurità di Anya Seton

Quando ho iniziato a leggere questo libro, e ho letto nelle note di copertina che la prima edizione era stata pubblicata nel 1972,  mi sono subito ricordata di averne visto la copertina dell’edizione Bur a casa di un mio familiare, negli anni 70.
Mi ricordo molte copertine dei libri di quel periodo.
Il tema centrale di questo libro è la reincarnazione.
Celia è una giovane donna nel 1968, sposata con sir Richard. E’ una donna abbastanza serena. Ma tutto cambia durante una visita al castello di Cowdray, luogo dove si è svolta una vicenda drammatica.
Celia comincia a sentire voci, a rivedere scene di danze e abiti antichi e a sussurrare il nome di Stephen.
Un’altra Celia aveva vissuto in quel castello, nel 1500. E si era innamorata di un monaco che inizialmente aveva resistito al suo amore. Ma quando aveva ceduto, un dramma si era svolto tra le mura del castello. E la Celia di oggi rivive quello che era accaduto, fino a perdere i sensi e cadere in uno stato di profonda prostrazione fisica.
Il medico indiano Akananda, presente al suo capezzale riesce a dare un senso ad una storia che sa di reincarnazione e di espiazione di una tragedia del passato.
Un libro per chi ama la reincarnazione, ma anche la storia inglese dei Tudor. 

Una lettura piacevolmente ricca di dettagli, forse in alcuni punti un pochino noiosa.

Voto 7,5/10

Category: libri cartacei, libri storici  Comments off

Tutto l’amore di nonna Lola

tutto l'amoreQuesto libro mi ha colpita già dalla copertina, una teiera, due tazze da tè e delle farfalle.  Mi ha subito fatta pensare a quei pomeriggi che si passano sul divano con una copertina (beh, d’estate magari no),  accoccolate a leggere una bella storia.
E questa è davvero una bella storia. Il racconto della vita di Sebastian, un bambino nato con una malformazione cardiaca che più di ogni altra cosa vorrebbe correre e giocare a calcio come tutti i bambini e che invece è costretto a stare fermo, e a limitare gli sforzi. In questo modo viene preso di mira dal bulletto della classe e dai suoi compari.
Ma nella sua vita accade qualcosa di strano e meraviglioso. Sua nonna viene colpita da ictus e si trasforma da vecchietta rassegnata a uragano di energia. E per prima cosa si tinge i capelli bianchi di un color rosso fragola.
Le visite che Sebastian fa alla nonna al pomeriggio, diventano una specie di viaggio fantastico. Nonna Lola infatti comincia a cucinare straordinari piatti della cucina caraibica e,  la preparazione di ogni piatto si abbina al racconto delle circostanze in cui quel piatto veniva preparato negli anni in cui nonna Lola era più giovane. Sebastian viene così a conoscenza della storia della sua famiglia, e diventa anche un perfetto aiuto cuoco per la nonna.
Il supporto della nonna e la figura di una strana signora che sembra dargli suggerimenti nei momenti più difficili,  gli fanno  acquisire maggiore coraggio per affrontare i problemi della sua vita scolastica.
Il libro si conclude con le ricette di tutti i piatti citati nel libro, e la voglia di prepararne qualcuno è stata davvero tanta.
Un libro che sicuramente rileggerò.

Voto 8/10

 

 

Category: libri cartacei, libri da rileggere  Comments off

Come se fosse ieri di Irene Vanni

come se fosse ieriHo comprato questo libro, incuriosita dall’immagine dei Duran Duran in copertina.
Immaginavo un libro adatto alle “ragazze sopra i trent’anni e più”, per così dire.

E non mi sbagliavo. Il libro ripercorre 25 anni di vita di 4 amiche, dal primo concerto dei Duran Duran nel 1987, all’evento che si ripete con il concerto del Tour 2012.
In mezzo, appunto ci sono i 25 anni di vita di Laura, Simona, Cinzia e Manuela che ai tempi del concerto del 1987 avevano solo 15 anni. Ma il racconto si lega direttamente al vecchio concerto, presentandoci le amiche come sono ora.

I cambiamenti e l’evoluzione delle loro vite non sono stati sempre positivi,Laura è senza lavoro e senza qualcuno da amare davvero. Anche il giovane musicista Mattia che conosce in un locale, non è qualcuno da amare sul serio.
Simona è da tempo l’amante a ore di un professore piatto e monotono, senza alcuna prospettiva per il futuro.
Cinzia, separata e insoddisfatta cerca conforto in un giovane accompagnatore per donne sole, ma in fondo vorrebbe anche attenzioni sincere.
Manuela è malata, gravemente, e appena saputo del probabile concerto dei Duran Duran scrive alle amiche di farla felice portando sua figlia Federica al concerto.
Nei mesi che precedono il concerto, quando ormai Manuela è morta, le vite delle altre amiche vengono progressivamente cambiate, e la spinta propulsiva è il ricordo e l’emozione della fuga da quindicenni per vedere i Durans.

Questo libro insegna che spesso si può ancora cambiare la propria esistenza, basta avere lo stimolo giusto.
Anche io c’ero al concerto del 1987 e a quello del 2012.
Ho dunque capito bene il ripercorrere delle emozioni, il guardarsi indietro ma poi anche avanti che c’è in questo libro. Perché forse è dal passato che possiamo imparare come andare avanti nella vita con il coraggio di non abbandonare le vere noi stesse.

Lettura consigliata!
Nb. I titoli dei capitoli sono tutti titoli delle canzoni dei Duran Duran…
Voto 8/10

Il segreto della bambina sulla scogliera di Lucinda Riley

La bambina sulla scogliera

Questo libro mi ha ricordato un po’ le atmosfere di Cime Tempestose, anche se con il dovuto rispetto delle differenze tra un romanzo di narrativa e un romanzo classico della letteratura.

Momenti del passato e del presente si intrecciano in una storia che ripercorre le vicende della famiglie Ryan e Lisle.
La piccola Aurora Lisle passa il suo tempo sulla scogliera di Dunworley Bay in Irlanda, inseguendo il fantasma della madre, morta tragicamente proprio in quel luogo.
Una scultrice americana, Grania Ryan, che è tornata in Irlanda per sfuggire a un momento doloroso, nota la bambina ed intreccia con la piccola un rapporto di affetto profondo.
Grania deve superare le reticenze di sua madre per farsi raccontare la verità sulle vicende che hanno legato le due famiglie dai primi del ‘900. E scopre così una vicenda ricca di tormenti, segreti e scelte dolorose.
Anche Grania si trova a vivere momenti dolorosi, ma la vicinanza della piccola Aurora la aiuta a superare le difficoltà.
Un libro che si legge senza difficoltà, in alcuni momenti rallenta un po’ il ritmo, ma poi la storia ritorna a farsi interessante.
Lo consiglierei a chi vuole sempre avere un bel libro sul comodino da leggere prima di addormentarsi.

Voto: 7,5

Category: libri cartacei, libri romantici  Comments off

Benvenuti in questo blog

Questo blog nasce dall’esigenza di raccontare dei tanti libri che leggo, e dato che leggo sempre almeno tre libri per volta, cercherò di scrivere qualcosa di ognuno.

Benvenuti!